Torna, dopo 16 anni, in un nuovo allestimento  il “Pinocchio cha cha cha!” di Angelo Savelli. A Marco Zannoni il compito di interpretare i personaggi principali della storia di Collodi (Pinocchio, Geppetto, la Fata turchina, il Gatto e la Volpe). A Leonardo Brizzi di accompagnarlo al pianoforte e di duettare con lui.

Passando da una canzonetta all'altra, da riusciti riadattamenti di Fred Buscaglione e Renato Rascel alle citazioni politiche (falce e martello e scudo crociato) e musicali (da “Luna Rossa” al Quartetto Cetra), dai momenti simil-Paolo Poli e simil-Paolo Conte al mondo della canzone e della cultura popolare degli anni Cinquanta, “Pinocchio cha cha cha!” diverte. E a suo modo fa riflettere.
Astutamente contenuto nella durata (75 minuti in tutto) lo spettacolo di Savelli mostra un burattino contemporaneo, che ha bisogno di andare in analisi perché il suo naso non si allunga più e sogna di diventare albero più che bambino vero. Come a dire che un rapporto più totalizzante con madre natura è più rassicurante ed appagante di una realtà umana tra fine Novecento e primo decennio del Duemila sempre confusa, profittatrice e sorda ai suoi problemi? Questo si dice, anzi si recita tra le righe di uno show leggero come l'ottimo brodino dei canederli, frizzante come il miglior brut dell'Oltrepò Pavese e fluidificante come il più potente dei Vicks.
Mancano all'appello inevitabilmente alcuni personaggi della storia originale, e il pubblico (scarso) dei ragazzi se ne accorge non senza una piccola delusione. A noi adulti l'incarico di spiegare loro che il Pinocchio di Savelli si pasce (forse un po' troppo) della sicurezza del déj° vu, preferita sia alla filologia collodiana, sia all'eccesso di introspezione.
Bravi il poliedrico Zannoni e l'apparentemente distaccato Brizzi.
Lo spettacolo? Vale la pena vederlo.
Enrico Zoi

da mercoledì 20 a domenica 24 gennaio
Teatro Rifredi
FIRENZE
Pan Nostrale, Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi-Teatro Stabile di Innovazione, Associazione Culturale Narrarti, presentano Pinocchio Cha Cha Cha!
Testo e regia di Angelo Savelli.
Con Marco Zannoni e Leonardo Brizzi.
Arrangiamenti musicali: Leonardo Brizzi.
Elementi scenici: Mirco Rocchi.

Informazioni: tel.055.2346411.