Siamo a casa del vicesindaco di New York. C'è una festa per il suo anniversario di nozze, ma né lui né sua moglie ci sono. O meglio: lei proprio non si trova, mentre lui è nelle sue stanze, (auto)ferito con un colpo di pistola al lobo di un orecchio. In compenso, a due a due arrivano quattro coppie di invitati che cercano di non far trapelare a nessuno il disdicevole accaduto, consapevoli delle negative ripercussioni che la sua divulgazione potrebbe avere per l'amministratore della Grande Mela. E per loro stessi, del resto.

Da qui nasce un affresco della New York bene, quella altoborghese pronta a scandalizzarsi, lei che li scandali è la prima a generarli con i suoi comportamenti. Un affresco che è un castello di menzogne continuamente in movimento, in cui l'orchestra degli attori, ben guidata dall'abile direzione di Massimo Chiesa, si lascia andare e prendere in un vortice barocco di gossip, ripicche, isterie, tangenti, truffe, incomprensioni, pettegolezzi, cattiverie, gelosie, piccole meschinità, che concresce su se stesso: le cellule comiche di 'Rumors', grazie alla straordinaria vena di Neil Simon (un grande del teatro americano, portato al cinema almeno un'ottantina di volte!), proliferano con battute, frecciate e falsità, toccando l'intera gamma delle piccole grandi finzioni possibili quotidiane. Verso un finale che non sveliamo.
Rumors, si è detto. Rumori reali (si spara, si bussa, squilla il telefono, sbattono le porte, le auto collidono e i telefoni cadono), rumori come disturbi di comunicazione fra i protagonisti di una commedia brillantissima talora simile a una danza, ma anche rumori come diabolici frastuoni esistenziali di ciascuno dei personaggi. Tutti altolocati. Tutti nevrotici. Tutti (ipocritamente) amici: d'altronde non sembrano conoscere altre modalità di relazione umana.
Un plauso a tutti gli attori. Andrea Brambilla e Nino Formicola su tutti.
Enrico Zoi

 

15 e 16 gennaio 2010
Teatro Dante, Campi Bisenzio
FIRENZE
Hurlyburly e Cherestanì Produzioni.
Con Andrea Brambilla, Nino Formicola, Eleonora D'Urso, Marco Zanutto.
Regia di Massimo Chiesa.

Informazioni: 02.87388925.