dal 26 gennaio al 20 aprile 2010, ore 21,15
Teatro Giacosa
AOSTA

Il teatro Giacosa nel centro di Aosta, di martedì a cadenza mensile: "Sinfonica – Orchestra giovanile della Valle d'Aosta" sceglie questi dettagli per la sua prima stagione concertistica in città. Ad ogni appuntamento, un gruppo di artisti valdostani crea la scenografia, poi un solista, giovane o giovanissimo, crea l'atmosfera, che culmina con alcuni brani di musica sinfonica che coinvolgono l'intera orchestra.

Il tema della prima serata, martedì 26 gennaio, è "L'Eroe e il Viandante": diretto da Renato Rivolta, solista Stefano Cerrato al violoncello, propone l'Ouverture del "Coriolano" di Beethoven, il Concerto per violoncello e orchestra n.1 op. 107 di Shostakovich e la Sinfonia "Scozzese" in la minore, n.3 op.56, di Mendelssohn, nella versione pubblicata a Londra nel 1842, prima della stesura definitiva.
Dal racconto in musica di viaggi e peregrinazioni, nel secondo concerto martedì 23 febbraio, si passa a "La Sera e il Canto", sotto la direzione di Enrico Bronzi e con il corno solista Guglielmo Pellarin. I temi più sonanti, grazie alla presenza del giovane solista, conducono in un mondo in cui regna l'intensità tardo romantica di Elgar, con la Serenata in mi minore opera 20, il Concerto per corno e archi di Jacob e la Serenata in do maggiore op.48 di Cajkovskij.
Torna sul podio la bacchetta di Rivolta, ma con il violino solista Laura Bortolotto, martedì 23 marzo, per "L'Ombra e la Gioia", percorso musicale dal movimento lento, il "Langsamer Satz", di un giovanissimo Webern che pensa anche al quartetto n.4 op.18 di Beethoven, fino al Concerto in re minore per violino e archi di Mendelssohn e la "Trauer -Sinfonie" in mi minore n.44 di Haydn.
Il quarto ed ultimo appuntamento coincide con il concerto già inserito martedì 20 aprile nel calendario della Saison Culturelle, organizzata dall'assessorato regionale dell'istruzione e cultura. "Amico Schumann" è il titolo che annuncia fin dall'inizio l'autore principe della serata, di cui si celebrano i duecento anni dalla nascita.  L'orchestra "Sinfonica" diretta Enrico Bronzi, con Alessandro Taverna al pianoforte, sceglie nel ricco repertorio schumaniano l'Ouverture da “Genoveva” op. 81, il Concerto per pianoforte e orchestra in la minore op. 54 e la Sinfonia "Renana" in mi bemolle maggiore n.3 op. 97.
I concerti iniziano alle 21,15 e sono preceduti, alle 20,30, da una "Guida all'ascolto" con il direttore d'orchestra della serata. Il gruppo di artisti che ne costruisce la scenografia è invece composto da Chicco Margaroli, Jean-Claude Oberto, Daniele De Giorgis e Luca Bich, che sdurante il brano d’apertura della serata creano una scenografia ispirata ai suoni del concerto.

Biglietti: abbonamento 30 euro, ridotto 24 euro. In vendita, con posto fisso, dall’11 al 16 gennaio. Il posto non è fisso per il quarto ed ultimo concerto, già inserito nelle proposte per gli abbonati alla Saison Culturelle, i quali avranno la priorità.

Biglietto per il singolo concerto: intero € 12, ridotto € 8,50
In vendita, con posto fisso, dal 18 gennaio; la sera del concerto i biglietti sono in vendita direttamente al Teatro Giacosa, a partire dalle ore 20.