Mauro Savin, campione 2009 di organettodal 15 al 19 agosto 2009
piazza Chanoux
AOSTA

Caratterizzerà il Ferragosto aostano la quarta edizione del "FisaFest", organizzato dalla "Rts" per il Comune di Aosta raccogliendo, come è successo nelle passate edizioni, il meglio dei professionisti e degli appassionati sotto il tendone in piazza Chanoux. Sar un festival da campioni con Mauro Savin, fresco del titolo mondiale per la fisarmonica diatonica (organetto). Nel pomeriggio di sabato 15 agosto il festival si apre alle 16.30 con il concerto di Eugenia Cherkazova insieme ai giovani fisarmonicisti del Conservatorio di Kiev, capitale dell'Ucraina, seguiti dal duo formato da Massimo Marino ed Ezio Ghibaudo.

La sera, dalle 21.30, saliranno sul palco gli "Accordion Project" e Luca Zanetti che concluderà il concerto con un tributo al tango argentino con i maestri Giorgio e Monica. Domenica 16, dalle ore 15.30 alle 19 e dalle 21 alle 23, presentate da Carlo Benvenuto e da Mile Danna, esibizioni "non stop" di fisarmoniche e bandoneon con la presenza, tra gli altri, di Giancarlo Salaris, Tiziano Chiapelli, il "Gruppo folcloristico di Saint-Vincent". Ci saranno i giovanissimi pluripremiati Danilo ed Erja Nicod, allievi di Alex Danna che si presenterà in duo "Ancia libera" con Mauro Savin, oltre a Giancarlo Salaris, Tiziano Chiapelli con Pino Bifano alla chitarra. Il pomeriggio di domenica riserva alcune sorprese: il gruppo del carnevale di Bionaz arriverà in costume e suonando le fisarmoniche e farà le sue incursioni sul palco anche "Valdo Stanoz", il personaggio creato dal comico Franco Millet.
Il festival si prolunga, grazie al progetto "Aosta incontra Kiev" dell'Istituto musicale pareggiato, con il concerto del 18 al caffè Nazionale, con il "Dis-Continuo duo", Giorgio Dellarole alla fisarmonica e Alessandro Palmeri violoncello barocco al loro esordio in questa formazione, e mercoledì 19 nel salone ducale del muicipio con gli allievi della master-class. «Questa manifestazione permette un risparmio significativo rispetto al costo dell'anno precedente – precisa l'assessore Bruno Giordano – senza, peraltro, intaccare la qualità artistica delle presenze che vengono messe in campo. E' evidente il grande seguito di appassionati, ma anche di esperti, che raccoglie la fisarmonica.