A+ A A-

Il 30TFF si chiude con un grande successo di pubblico. Vince Shell, opera prima di Scott Graham

  • Scritto da Giulio Piatti

Quello che poteva essere un flop, si è rivelata una vittoria. La 30° edizione Torino Film Festival si chiude con un ottimo +16,25 % degli incassi, nonostante i tagli ai finanziamenti, le polemiche con il festival di Roma ed il mancato arrivo di Ken Loach. La mancanza di un red carpet e di divi ha trovato il suo naturale ripiego in un’accurata selezione di titoli. Gianni Amelio, per l’ultimo anno direttore del festival, non poteva pensare ad un addio migliore. Il prossimo anno, Gabriele Salvatores, quello che sembra al momento il più probabile erede di Amelio, si troverà davanti una sfida non semplice, di fronte ad un festival che si sta ritagliando uno spazio sempre più ampio nella scena italiana e internazionale. 

Alla fine a dominare è stato Shell, opera prima di Scott Graham, che si è accaparrato il premio per il miglior film in concorso, il Premio Fipresci per il miglior film e il premio Scuola Holden per la migliore sceneggiatura. Shell è un sottile racconto di solitudini, incomprensioni e affetti negati, ambientato presso una pompa di benzina nelle highlands scozzesi. Il premio speciale della giuria è andato invece ex-aequo all’italiano Noi non siamo come James Bond di Mario Balsamo e a Pavilion di Tim Sutton. A seguire gli altri premi principali

Premio per la Miglior Attrice, in collaborazione con «Max», a Aylin Tezel, per il film AM HIMMEL DER TAG / BREAKING HORIZONS

Premio per il Miglior Attore, in collaborazione con «Max» a Huntun Batu, per il film TABUN MAHABUDA / THE FIRST AGGREGATE 

Premio internazionale.doc a A ÚLTIMA VEZ QUE VI MACAU di João Rui Guerra da Mata e João Pedro Rodrigues 

Premio Speciale internazionale.doc a LEVIATHAN di Lucien Castaing-Taylor e Véréna Paravel 

Miglior Documentario Italiano, in collaborazione con Persol a I DON'T SPEAK VERY GOOD, I DANCE BETTER di Maged El Mahedy 

Premio speciale della Giuria  a FATTI CORSARI di Stefano Petti e Alberto Testone

Menzione Speciale a LA SECONDA NATURA di Marcello Sannino

Miglior Cortometraggio Italiano (€ 5.000) a SPIRITI di Yukai Ebisuno, Raffaella Mantegazza

Premio speciale della Giuria – Premio Kodak a IN NESSUN LUOGO RESTA di Maria Giovanna Cicciari

Menzione Speciale a UN MONDO MEGLIO CHE NIENTE di Cobol Pongide e Marco Santarelli

Miglior film sul mondo del lavoro a NADEA E SVETA di Maura Delpero

Premio Gli occhiali di Gandhi a LA CHICA DEL SUR di José Luis Garcia

Menzioni Speciali a COULEUR DE PEAU: MIEL di Jung e Laurent Boileau e NO di Pablo Larrain


@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".